Translate

5 luglio 2017

Penile anesthesia in post SSRI sexual dysfunction (PSSD) responds to low-power laser irradiation: A case study and hypothesis about the role of transient receptor potential (TRP) ion channels. (2014)

Eur J Pharmacol. 2015 Apr 15;753:263-8. doi: 10.1016/j.ejphar.2014.11.031. Epub 2014 Dec 4.

Penile anesthesia in Post SSRI Sexual Dysfunction (PSSD) responds to low-power laser irradiation: a case study and hypothesis about the role of transient receptor potential (TRP) ion channels.


1  Division of Pharmacology, Utrecht Institute for Pharmaceutical Sciences, Faculty of BetaSciences, Utrecht University, Universiteitslaan 99, 3584 CG Utrecht, The Netherlands; Private Practice Psychiatry and Neurosexology, Amstelveen, The Netherlands. Electronic address: md@waldinger.demon.nl.
2  Medisch Centrum Buitenveldert, Amsterdam, The Netherlands.
3  Department of Internal Medicine and Endocrinology, Reinier de Graaf Groep of Hospitals, Delft-Voorburg, The Netherlands.
4  Department of Neuroscience, Section Anatomy, University Medical Center Groningen, University of Groningen, Groningen, The Netherlands.

Abstract

 

Treatment of paroxetine-induced penile anesthesia in Post SSRI Sexual Dysfunction (PSSD) by Low-power Laser Irradiation (LPLI) is unknown in medical literature. The aim of the current article is to report partial efficacy of LPLI for paroxetine-induced persistent penile anesthesia. We report on a male patient who presented with a history of reversible loss of smell, taste and skin sensitivity occurring within a week after start of 20mg/day paroxetine-hemihydrate for a depressive period. Concurrently, patient suffered from penile anesthesia, scrotum hypesthesia, anejaculation and erectile difficulties with normal sexual desire. During 2.5 years of paroxetine treatment and throughout 2 years after paroxetine discontinuation, genital and sexual complaints persisted. Penile anesthesia was treated by LPLI with single and multi diode pulsed laser probes. After 20 LPLI-treatment sessions of 15min each, patient reported partial return of penile touch and temperature sensation. Clinical improvement of glans penis sensitivity was reported to 20% and 40%, compared to pre-paroxetine treatment penile sensitivity during erect and flaccid states, respectively. However, anejaculation and erectile difficulties remained unchanged. Briefly, in the current patient with early onset of PSSD, LPLI treatment reduced paroxetine-induced penile anesthesia. It is hypothesized that SSRI treatment induces disturbances of transient receptor potential (TRP) ion channels of mechano-, thermo- and chemosensitive nerve endings and receptors resulting in the penile anesthesia in PSSD. It is further hypothesized that there are two types of PSSD, one of which occurs soon after the start of SSRI treatment.

Low-power laser irradiation; Paroxetine; Penile anesthesia; Post SSRI sexual dysfunction; TRPV1; Transient receptor potential
PMID:
25483212
DOI:
10.1016/j.ejphar.2014.11.031


TRADUZIONE IN ITALIANO:

Anestesia peniena nella Disfunzione sessuale post SSRI (PSSD) risponde all'irradiazione laser a bassa potenza: un caso di studio e ipotesi sul ruolo dei Recettori-canali ionici che determinano variazioni transitorie di potenziale (TRP).

Il trattamento dell'anestesia peniena nella Disfunzione Sessuale Post SSRI (PSSD) indotta da paroxetina con l'Irradiazione laser a bassa potenza (Low-power laser irradiation, LPLI) è sconosciuto in letteratura medica. Lo scopo del presente articolo è di riferire la parziale efficacia del LPLI per l'anestesia peniena persistente indotta da paroxetina.
Segnaliamo un paziente di sesso maschile che si è presentato con una storia di perdita reversibile dell'olfatto, del gusto e della sensibilità della pelle verificatesi entro una settimana dopo l'inizio del trattamento con paroxetina hemihydrate 20 mg/giorno per un periodo depressivo. Allo stesso tempo, il paziente soffriva di anestesia del pene, ipoestasia dello scroto, anaeiaculazione e difficoltà erettili con un normale desiderio sessuale. Durante 2.5 anni di trattamento con paroxetina e in tutto 2 anni dopo l'interruzione di paroxetina, i problemi sessuali e genitali persistevano. L'anestesia peniena è stata trattata con LPLI con sonde laser a diodo pulsato singole e multiple. Dopo 20 sedute di trattamento LPLI di 15 minuti ciascuna, il paziente ha riportato il ritorno parziale del tatto del pene e la sensazione della temperatura. Il miglioramento clinico della sensibilità del glande è stato segnalato per il 20% e il 40%, rispetto ai livelli di sensibilità peniena pre-trattamento con paroxetina, durante lo stato eretto e flaccido, rispettivamente. Tuttavia, l'anaeculazione e le difficoltà erettili sono rimaste invariate. In breve, in questo paziente con insorgenza precoce di PSSD, il trattamento LPLI ha ridotto l'anestesia peniena indotta da paroxetina. E' stato ipotizzato che il trattamento con SSRI induce disturbi ai Recettori-canali ionici che determinano variazioni transitorie di potenziale (Transient Receptor Potential Channels, TRP) delle terminazioni nervose e dei recettori meccano-termo-e chemiosensibili, risultante in anestesia peniena nella PSSD. Si ipotizza inoltre che vi sono due tipi di PSSD, uno dei quali si verifica subito dopo l'inizio del trattamento con SSRI.  

Nessun commento:

Posta un commento