30 maggio 2019

The Guardian: io so che i sintomi di astinenza da antidepressivi sono reali. Perché i dottori no? (30 maggio 2019)

Io so che i sintomi di astinenza da antidepressivi sono reali. Perché i dottori no? 


Rhiannon Lucy Cosslett per The Guardian, 30 maggio 2019


Come molti, ho avuto gravi effetti collaterali dovuti al ritiro. Ora i medici stanno iniziando a prenderli sul serio


È un sollievo vedere davanti a te in bianco e nero ciò che hai saputo essere vero per molto tempo: in questo caso, i sintomi dell'astinenza da antidepressivo non sono, beh, tutti nella tua testa. In quello che è stato descritto come un significativo spostamento di posizione, il Royal College of Psychiatrists accetta di non aver prestato sufficiente attenzione ai pazienti che soffrivano di gravi sintomi da astinenza quando si allontanavano dagli antidepressivi.

I pazienti devono essere avvertiti dai medici quando vengono prescritti i farmaci su quanto possa essere difficile eliminarli. I pazienti che hanno assunto farmaci per anni (alcuni dei quali hanno provato a scalarli e sono stati così allarmati dai sintomi da astinenza - scambiandoli per un ritorno dei sintomi delle loro condizioni di salute mentale - che non si sono sentiti in grado) saranno avvisati per utilizzare un processo graduale di riduzione delle dosi.

Questo non sarà una novità per nessuna delle comunità di sospensione di antidepressivi online che sono sorte in seguito alla mancanza di supporto clinico per i pazienti che smettono con le compresse. I pazienti disperati sono stati ridotti all'uso di una micropipetta per misurare le dosi. Altri usano i tagliapillole.

La decisione del Royal College giunge sulla scia di un articolo di Lancet Psychiatry, co-autore di David Taylor, direttore di farmacia e patologia al Maudsley Hospital di Londra, che ha sperimentato il ritiro, descrivendolo in un recente articolo di New Yorker come un'esperienza "strana e spaventosa e tortuosa" che è durata sei settimane. "Sebbene la sindrome da astinenza possa essere differenziata dalla ricorrenza del disturbo sottostante, potrebbe anche essere scambiata per recidiva, portando a farmaci non necessari a lungo termine", si legge nel documento. Nonostante le attuali linee guida raccomandino un rastremazione da due a quattro settimane, "gli assottigliamenti per un periodo di mesi e fino a dosi molto inferiori alle dosi terapeutiche minime hanno dimostrato un maggiore successo nel ridurre i sintomi da astinenza".

È troppo facile affermare semplicemente che i medici devono ascoltare di più i pazienti in casi come questi. È necessario condurre ricerche adeguate. Ma sta dicendo che le storie dei pazienti non erano abbastanza di per sé per portare il cambiamento alle linee guida di prescrizione e ritiro: ciò è successo solo perché medici come Taylor, che era anche un paziente, hanno sperimentato il ritiro e come risultato lo hanno studiato. Taylor disse al The New Yorker che se non avesse subito lui stesso il ritiro, probabilmente avrebbe accettato le linee guida standard.

La mancanza di ricerche sugli effetti del ritiro da parte delle aziende farmaceutiche che portano le loro medicine nel mondo è indubbiamente un fattore. Come è la minimizzazione da parte delle aziende farmaceutiche di tale ricerca esistente - "evidenzia la natura benigna dei sintomi di sospensione, piuttosto che cavillare sulla loro incidenza", si legge in un memo interno visto dal New Yorker.

Sono uscito dalla terapia antidepressiva più volte, avendo sofferto di depressione quando avevo 20 anni e PTSD più tardi. I sintomi che ho sperimentato includevano attacchi di panico, vertigini, mal di testa, furia irrazionale, sbalzi d'umore drammatici, pensieri suicidi e esaurimento. Fortunatamente, ho un medico in famiglia, che dopo il mio scarso tentativo iniziale di sospendere bruscamente che mi ha portato in ospedale, mi ha raccomandato di ridurlo lentamente tagliando le mie pillole a metà e riducendolo a giorni alterni, poi ogni tre giorni e così via. Ora sono libero dal farmaco e sto bene, ma non era un picnic: non per me, e non per le persone che amo, che dovevano stare con me. Recentemente, mi è stata mostrata una lettera che avevo scritto durante il ritiro. Strappala, ho detto. Non ero sano di mente.

I medici hanno impiegato molto tempo per ascoltare i pazienti. Recentemente, nell'ottobre dell'anno scorso, una dichiarazione del NHS era stata respinta da un rapporto dell'Independent di uno studio peer-reviewed sulla rivista Addictive Behaviors che affermava che "gli antidepressivi causano sintomi di astinenza in oltre la metà dei pazienti che cercano di smettere". Le attuali linee guida del Regno Unito per i medici dicono che i sintomi di astinenza "sono generalmente lievi e auto-limitanti nell'arco di circa una settimana, ma possono essere gravi, soprattutto se il farmaco viene interrotto bruscamente". Una settimana. È una risata vuota da parte di chiunque abbia provato a ritirarsi in un breve lasso di tempo.

Un adulto su sei in Inghilterra assume farmaci antidepressivi: 7,3 milioni di persone nel 2017-8 hanno ricevuto una prescrizione, 70.000 dei quali erano sotto i 18 anni. Queste pillole vengono spesso prescritte in consultazioni che richiedono meno di 10 minuti. I pazienti in preda all'astinenza e al disperato bisogno di sostegno vengono poi lasciati languidamente, senza appuntamenti disponibili. Un sottofinanziato sistema sanitario nazionale, compresi i servizi di salute mentale, non è attrezzato a far fronte.

Niente di tutto ciò significa che gli antidepressivi sono cattivi, che non possono essere trasformativi o restituire alle persone la propria vita. Sono grato per quello che hanno fatto per me in tempi di profonda sofferenza. Ma vorrei aver conosciuto la natura del viaggio che avrei intrapreso, che fermare il treno perché vuoi scendere sarebbe un incubo.

"Abbiamo il dovere di prendere in considerazione le preoccupazioni dei pazienti che hanno avuto effetti collaterali più gravi e duraturi con questi farmaci", ha dichiarato al Times Wendy Burn, presidente del Royal College.
Ma perché, quando è in gioco la salute di così tante persone, ci è voluto tanto tempo?


Fonte: https://www.theguardian.com/commentisfree/2019/may/30/antidepressant-withdrawal-symptoms-doctors-side-effects