23 giugno 2018

Sindrome da Sospensione dell'Antidepressivo: una Storia di Prozac

Sindrome da Sospensione dell'Antidepressivo: una Storia di Prozac


2 marzo 2015, RxISK.org


Nota editoriale: oltre due anni fa abbiamo pubblicato Sospensione dell'antidepressivo: la storia di V. Ha ricevuto quasi 100 commenti che lo rendono uno degli argomenti che ha suscitato maggior interesse. In questo momento il New York Times sta conducendo una serie su Breaking up with my Meds che sta attirando un sacco di commenti. Questo è un problema scottante con molte persone disperate che cercano di smettere il farmaco e altre che sembrano pensare che chiunque voglia smettere il farmaco debba essere pazzo. 
Questo post è un pezzo straordinario di scrittura sulle difficoltà che si possono incontrare nella sospensione. Nove persone su dieci che assumono antidepressivi lo fanno cronicamente - la maggior parte di queste persone li assumono perché non riescono a smettere. Questo rende chiaro qual è il problema.

Non sono ancora sicura di capire cosa mi è successo.

Mi è stato prescritto Prozac nel 1988 per curare la bulimia. Ho iniziato a 20 mg, aumentando fino a 60 mg in un paio di settimane. Non avevo mai avuto un episodio depressivo, non ero mai stata ansiosa. Ricordo molto poco di questo oltre alla psichiatra che mi diceva che preferiva il Prozac agli MAOI disponibili perché aveva meno effetti collaterali, senza restrizioni dietetiche, e che alcune persone avevano perso peso durante l'assunzione, il che ovviamente mi piaceva. Ricordo vagamente di essere stata nervosa quando ho iniziato, ma era una sorta di nervosismo energico che non mi dispiaceva e che forse mi era anche piaciuto.

Per quanto riguarda le date in cui ho tentato di interrompere l'assunzione del farmaco, non ne sono sicura. So che ho finito con il riassumerlo alcune volte dopo che mi è stato detto dal mio medico di famiglia o dallo psichiatra che i problemi che avevo erano il ​​riemergere della depressione e, più recentemente, l'emergere di un disturbo d'ansia. (sigh)

Inizierò col perché credo che sia successo.

Stavo andando molto bene rimanendo a 9 mg di Prozac e scalando Wellbutrin piuttosto rapidamente. Quello che non sapevo all'epoca erano gli effetti di Wellbutrin di aumento delle concentrazioni plasmatiche di SSRI. Quindi, anche se stavo solo ingerendo 9 mg di Prozac al giorno, l'aumento della concentrazione del farmaco mi ha fatto sembrare che ci fosse molto di più nel mio corpo. Quanto di più non lo so. Ciò significa che inavvertitamente ho ridotto il Prozac insieme al Wellbutrin. Questo potrebbe non essere stato così terribile se non avessi ridotto gradualmente il Wellbutrin. A causa della lunga emivita del prozac, che si stava allungando con l'aggiunta del Wellbutrin, gli effetti delle gocce non colpirono immediatamente. Mi sentivo ancora bene dopo che avevo finito di ridimensionare il Wellbutrin, così ho deciso di iniziare a scalare il Prozac abbastanza velocemente dopo di quello.

Discesa all'inferno


Erano passate diverse settimane da quando le cose avevano iniziato a girare fuori controllo e mi sono scontrata con uno stato orribile che posso solo pensare come a un inferno.

Cominciò con irritabilità e mi sentivo facilmente frustrata. L'ansia divenne un problema. Col passare del tempo l'ansia divenne sempre peggiore e duratura fino a quando non mi sentii sopraffatta da pensieri ansiosi e disperati.

Era diventato difficile focalizzarmi o stare ferma. Non ero in grado di concentrarmi e cominciai a sentirmi agitata.

Arrivò la stanchezza. Anche questa peggiorò e divenne esaurimento. Ho avuto questa costante sensazione di voler dormire ma di non poterlo fare. Mi alzavo dal letto, mi mettevo in piedi, o qualsiasi altra cosa e in meno di 30 secondi sentivo questo incredibile bisogno di sdraiarmi. Era come se continuassi a pensare, "se solo potessi dormire per un'ora mi sentirei bene." Tranne se fossi riuscita ad addormentarmi, non mi sarei sentita meglio, ma generalmente non riuscivo ad addormentarmi. Questo esaurimento e il desiderio opprimente di sdraiarmi sono culminati nella mia incapacità di scendere dal divano. O meglio, la mia totale mancanza di desiderio di scendere dal divano. Tutte le motivazioni erano svanite. Mi sdraiavo sul divano guardando la TV e controllando costantemente l'ora.

La mia ansia ha continuato a peggiorare e le cose che prima mi preoccupavano (cose reali) hanno cominciato a diventare travolgenti. Avrei ruminato e ruminato senza riuscire a smettere di preoccuparmi e pensare a loro. Non importa come si giocassero nella mia testa, la fine era sempre catastrofica. Senza speranza.

Non avevo mai avuto l'insonnia fino a questo momento. Mentre potevo addormentarmi, mi svegliavo alle 2 di notte per terrore, panico e quelle orribili elucubrazioni. Avrei potuto addormentarmi, ma poi verso le 4 del mattino mi sarei svegliata di nuovo. Mi sentivo come se stavo perdendo la testa alcune sere, tra non essere in grado di dormire, la sensazione di panico, la sensibilità al rumore...

Uno psichiatra prescrisse Klonopin per aiutare con il sonno. Mi ha aiutato leggermente, ma sembrava anche peggiorare la mia ansia di veglia, quindi mi sono fermata.

La melatonina mi rendeva più intontita il giorno dopo. La mia visione era diventata sfocata. Era come se avessi un film sui miei occhi che non importava quanto ci provassi, non riuscivo a cancellare.

A volte mi sentivo come se dovessi davvero concentrarmi per parlare.

Ho lottato con insicurezza e vergogna come non l'avevo mai fatto.

Il mio cervello sembrava che stesse lavorando più lentamente e avevo quello che posso solo pensare di descrivere come "nebbia nel cervello" (in inglese: ‘brain-fog’)

L'acatisia e la tensione muscolare arrivarono dopo. Era principalmente nelle mie spalle, collo e parte superiore della schiena. Mi sentivo come se dovessi torcere, inarcare la schiena, o contorcermi il corpo per il sollievo, ma in realtà non riuscivo a ottenere sollievo da esso. Sembrava diventare meno grave nella parte superiore della mia schiena e le spalle nel tempo, ma poi sembrava focalizzarsi sul lato destro del mio corpo dal mio collo fino al ginocchio.

Ancora più strana era questa sensazione di intorpidimento e debolezza nella mia gamba destra, solo che non era intorpidita e non penso fosse debole, sembrava solo che lo fosse. Ho iniziato a pensare di avere un ictus. Ero terrorizzata. Ad essere onesti, la mia descrizione qui non fa giustizia a ciò che sentivo. Era semplicemente orribile e spaventoso.

Ad un certo punto ho sviluppato spasmi muscolari. Accadeva in varie parti del mio corpo. Avevo già avuto questo anche mentre stavo scalando il farmaco, ma era raro e mite, e me lo aspettavo dopo aver letto i post di altre persone. Questo era frequente, gli spasmi più forti e, come ho detto, si sono verificati su più aree del mio corpo.

Ero diventata ipersensibile alla luce e al suono. Era sempre peggiore quando mi sono svegliato alle 2 di mattina e alle 4 del mattino. Ho iniziato a dormire con la TV accesa e gli auricolari perché almeno questo era un suono costante, e a volte sarebbe stato efficace nel distrarmi dalle mie elucubrazioni. Avrei sepolto la testa nel cuscino se avessi sentito del rumore oltre gli auricolari e avevo cominciato a indossare una mascherina per dormire, il che mi aiutò, ma iniziai a temere di doverla togliere.

La mia completa mancanza di motivazione a spostarmi dal divano significava anche che non sentivo alcuna motivazione o desiderio di fare la doccia. Non è che non lo volessi, o che sentissi che sarebbe stato troppo difficile, o che mi avrebbe preso troppa energia. Non avevo voglia di fare una doccia. Non importava. Ho anche del tutto smesso di mangiare. Qualche volta mangiavo qualcosa perché mi faceva male lo stomaco o perché stavo per dare di matto e pensavo che sarebbe stato d'aiuto. Ho perso una quantità significativa di peso e muscoli durante tutto questo. Non sono arrivata a un peso malsano, ma ho smesso di avere il ciclo. Il mio ciclo mestruale aveva funzionato come un orologio per i precedenti 33 anni.

Ci sono state 3 o 4 notti che ho sofferto di orribili dolori allo stomaco e rumori dallo stomaco. A volte abbastanza gravi da svegliarmi, se mi fossi addormentata.

Ho avuto spesso la diarrea.

Volevo morire. Avrei voluto che una malattia terminale mi uccidesse. Pensavo al suicidio, ma non avevo mai veramente intenzione, o il senso di colpa per i problemi che avrebbe causato ai miei cari mi avrebbe dissuaso. Solo vedevo la mia vita dipanarsi senza alcuna speranza in vista.

L'anedonia divenne grave per diverse settimane. Non riesco quasi a spiegarlo.

Tranne una volta durante tutto questo mentre verbalizzavo il desiderio di morire, non piangevo mai. Non mi sono mai sentita davvero triste. Certo che avevo questi orribili pensieri angoscianti e catastrofici sulle stesse tre cose ancora e ancora, ma non mi sentivo mai depressa, di per sé. Mi sentivo spaventata e insensibile allo stesso tempo, ma non sentivo molto altro.

La mia temperatura corporea fluttuava, o sembrava che lo facesse. C'erano momenti in cui avevo vampate di calore, poi altre volte in cui mi sentivo come se non riuscissi a scaldarmi, soprattutto al mattino. Combinato col non avere più il ciclo mestruale, ho pensato che avrei potuto essere entrata in menopausa. Non era così.

Durante tutto questo, mi sono svegliata quasi ogni mattina con tremori alle braccia. Le scuotevo e le sentivo deboli, soprattutto se c'era qualche tipo di sforzo fisico. Anche piccolo. Questi tremori mattutini sono durati per settimane dopo la ri-assunzione del farmaco e, a volte, li avrei avuti ancora, anche se ad un livello inferiore.

Una cosa che trovo ancora strana è il fatto che tutti questi orribili sintomi, anche nei giorni peggiori, avrebbero cominciato a placarsi nel tardo pomeriggio e alle 5 o alle 6 del pomeriggio mi sarei sentita quasi "normale". Sembra impossibile, ma è vero, ed è stato uno dei motivi per cui temevo di andare a dormire la notte. Non volevo che la sensazione scomparisse e sapevo che sarebbe successo e che lo spettacolo dell'orrore sarebbe ricominciato da capo entro poche ore dall'addormentarmi.

Indietreggiare


Sono andata a vedere il mio medico di base più volte durante questo. Avevo fatto esami del sangue sperando che qualcosa rivelasse perché ero così spaventosamente stanca! Sono stata testata per la malattia di Lyme, ormoni, elettroliti, mono... tutto è risultato a posto.

Ho tentato di reintegrare Wellbutrin, sperando che potesse essere d'aiuto. Bramavo la stimolazione che mi dava. Pensavo che potesse tirarmi fuori da questa inesorabile stanchezza. Ma ha esacerbato ogni cosa nel giro di poche ore dall'assunzione. Inoltre l'idea di dover passare attraverso il processo di dissolvimento, ecc. mi sembrava semplicemente troppo. Non l'ho preso di nuovo.

Inizialmente il reintegro di 10 mg di Prozac ha peggiorato i miei sintomi. L'acatisia, l'ansia e la tensione muscolare sarebbero peggiorati in circa mezz'ora di assunzione. Ma mi era stato detto che mi sarei sentita male all'inizio. Peggio ancora prima di sentirmi meglio, quindi l'ho ripreso. Non mi sentivo meglio dopo circa 2 settimane, o non pensavo di sentirmi meglio. Guardando indietro il ruminare divenne molto meno severo e penso che forse dormissi persino meglio.

Sentendo che 10 mg non stava funzionando mi è stato consigliato di aumentare a 20 mg. Poi ho iniziato a sentire un certo sollievo sulla maggior parte dei sintomi. Ma ero impaziente ora e quando ho sentito che ogni miglioramento si era affievolito dopo una settimana, sono passata a 30 mg. Ho iniziato a sentire miglioramenti in 24 ore. Dopo circa 3 settimane a 30 mg sapevo di essere "sopravvissuta" a qualsiasi cosa mi fosse accaduta.

I sintomi che descrivo sopra sono quasi completamente risolti. Tuttavia, col passare del tempo, alcuni degli effetti collaterali derivanti dall'assunzione di Fluoxetina sono riemersi.

Attualmente su 30 mg dormo bene. A volte mi sveglio alle 4 del mattino ma non mi sento prendere dal panico. Sono solo stanca e ho difficoltà a riaddormentarmi. Ci sono alcune mattine che mi sveglio con qualche ansia minore o mi sento ancora come se le mie braccia fossero tremanti per quella che penso sia lieve Acatisia. Solitamente questo viene risolto dall'esercizio.

Anche se all'inizio mi sentivo bene, c'è stato qualche ritorno della stanchezza e sbadiglio che avevo provato durante l'assunzione di Fluoxetina e per il quale avevo assunto Wellbutrin per rimediare dopo un tentativo fallito di interrompere nel 2012. La mia capacità di tollerare lo stress è più debole ora di quel che era e c'è stato un intorpidimento emotivo. Sono molto affamata e ho messo su peso oltre quello che avevo perso durante quello che ora definisco "il mio incidente". Ho alcuni problemi GI (gastrointestinali) minori, che avevo sperimentato come effetto collaterale prima. Ah sì, e la notte sudo. A volte mi sveglio nel mezzo della notte e devo cambiare i miei indumenti da notte e mettere un asciugamano sul letto dove mi sono sdraiata.

Ho sviluppato una leggera psoriasi durante il mio tentativo di ritiro (sospensione) nel 2011/12. Non ho avuto una ricorrenza di essa una volta che sono scesa a 10 mg di Prozac, né durante i travagli di questo mio recente incidente. È riemersa ora che sono a 30 mg.

Inoltre, ora sto funzionando come al mio punto di partenza. Sono di nuovo in grado di lavorare al "progetto" come non ero più in grado di fare e che era un nodo centrale di gran parte del mio ruminare. Sono tornata in palestra per 5-6 giorni alla settimana, e salvo un giorno o due prima del ciclo mestruale (che ora è tornato) non sento alcuna voglia di fare il pisolino, anche con il sottotono, lieve affaticamento.

E' sembrato che la mia vita si fosse fermata e quasi come se mi mancassero quei tre mesi della mia vita. Considero l'esperienza un trauma e credo di aver lottato con una sorta di risposta post-traumatica. Una volta che mi sentivo meglio avrei parlato di quello che mi è successo incessantemente e ho cercato in internet in cerca ossessiva di risposte. Ne parlo ancora troppo, anche in terapia, a cui mi sono iscritta, per occuparmi dei sintomi da ritiro e degli effetti collaterali. Mi perseguita. Mi fa arrabbiare. Mi spaventa.

Riflessioni


Intendo riprovare. Almeno arrivare a 20 mg e rimanere a quella dose per un po'. C'è una parte di me che teme che non sarò mai in grado di "svezzare" con successo da Fluoxetina, e che se lo farò finirò come senza vita sul mio divano, incapace di lavorare o prendermi cura di me stessa e dipendere da un assegno di invalidità. Allo stesso tempo, temo come sarà il mio cervello tra 10, 20 o 30 anni se non smetterò mai questo farmaco.

A volte vorrei poter citare in giudizio i produttori di Prozac e Fluoxetina generica. Certo, includerei un compenso finanziario, ma per lo più vorrei che a queste società venisse ordinato di condurre e rendere pubblica la ricerca degli effetti a lungo termine delle loro droghe su chi le assume, di ricercare e pubblicare risultati riguardanti il ​​trattamento per il ritiro ("withdrawal": sindrome da sospensione). Non solo uno studio qui o là, ma che il tribunale ordini di investire centinaia di milioni di dollari in indagini.

Sfortunatamente, penso che dovrei ritenere responsabili almeno alcuni dei medici che mi hanno prescritto Prozac o Fluoxetina. Sarei combattuta lì. Da un lato, sospetto che fossero ingenui e non hanno messo in discussione i rappresentanti farmaceutici o le informazioni che quesi hanno fornito. D'altra parte, ora che ho esaminato la letteratura, posso vedere che i risultati della ricerca riguardanti gli effetti collaterali e il ritiro e altre preoccupazioni sono disponibili da decenni.

Non posso dire che ritengo che questi farmaci dovrebbero essere vietati o ritirati, perché so che ci sono persone che stanno meglio con essi e le loro vite forse vengono salvate da questi, ma le pratiche di prescrizione devono includere la piena divulgazione dei rischi e il potenziale di dipendenza e grave ritiro senza minimizzare.

Vedi la Guida per Fermare gli Antidepressivi dal team medico di RxISK.


Fonte: https://rxisk.org/antidepressant-withdrawal-a-prozac-story/

Nessun commento:

Posta un commento