14 luglio 2018

PSSD sul The Guardian, US News e Lyon Capitale

4 luglio 2018, Rxisk.org


The Guardian 


The Guardian, un quotidiano britannico, pubblica una rubrica settimanale dal titolo "La mia vita nel sesso", in cui i lettori possono scrivere e parlare della loro vita sessuale.

L'8 giugno 2018 hanno pubblicato un pezzo intitolato "Dopo aver preso antidepressivi, i miei genitali sono diventati insensibili". Una donna di 30 anni ha descritto come è stata lasciata con disfunzione sessuale post-SSRI (PSSD) da quando ha interrotto un SSRI otto anni fa. Puoi trovare l'articolo sul link qui sopra.

Ci sono spesso più segnalazioni di PSSD da malati di sesso maschile, quindi l'articolo è utile per aumentare la consapevolezza che la condizione colpisce entrambi i sessi. È interessante notare che molti di coloro che hanno lasciato commenti sul sito Web del Guardian hanno erroneamente assunto che l'autore fosse di sesso maschile.

L'articolo ha evidenziato il problema specifico dell'intorpidimento genitale. Questo è uno dei tratti distintivi della PSSD e può aiutare a chiarire che un malato sta vivendo un effetto farmacologico e non un problema psicologico.

Gli articoli sulla PSSD nei media sono piuttosto rari. Per coloro che non l'hanno visto, abbiamo una pagina che elenca gli articoli dei media su PSSD e disfunzioni sessuali correlate.
Nonostante il flusso costante di articoli di notizie sugli antidepressivi e persino sugli effetti collaterali sessuali, c'è sempre una certa riluttanza da parte dei giornalisti quando si parla di PSSD. Ciò rende ancor più sorprendente il fatto che The Guardian lo abbia effettivamente pubblicato.

Risposte


I commenti su articoli su Internet variano in modo significativo in termini di qualità e possono rapidamente diventare off-topic o cadere in abusi. Tuttavia, può essere comunque interessante esaminarli per avere un'idea di come il pubblico risponde. In questo caso, ci sono stati un totale di 307 commenti, che possono essere tutti visualizzati sotto l'articolo principale sul sito Web del The Guardian.

Diverse persone sembravano fraintendere che l'autore stesse descrivendo gli effetti collaterali persistenti dopo l'interruzione del farmaco, piuttosto che gli effetti collaterali mentre si trovava ancora su un antidepressivo. Diversi commenti sembravano anche non capire che il punto principale dell'articolo riguardava l'intorpidimento genitale e non semplicemente una perdita di libido.

Nel complesso, tuttavia, le risposte sono state abbastanza favorevoli e certamente più ragionevoli di quanto spesso accade quando si parla dei danni degli antidepressivi. Forse è perché faceva parte di una serie sulla vita sessuale delle persone piuttosto che essere inquadrato come un pezzo specifico sugli antidepressivi. Potrebbe anche aver aiutato che i commenti fossero moderati.

Alcune persone sono rimaste scioccate e deluse dall'atteggiamento del medico nel mostrare poco interesse o preoccupazione per la disfunzione in corso dell'autore. Ci sono stati suggerimenti che la persona dovrebbe cambiare il proprio medico.

Forse i commenti più interessanti sono stati fatti da persone che hanno affermato o implicato che potrebbero essere affetti dallo stesso problema:

  • "Ho preso gli SSRI per alcune settimane circa 3 anni fa e la mia disfunzione non è ancora completamente guarita".
  • "Ho preso gli SSRI dieci anni fa e, sebbene meno grave dei sintomi, non sono mai stato più lo stesso da allora."
  • "I medici non riescono a mettere in evidenza questo problema. Il mio ex aveva esattamente lo stesso problema degli antidepressivi e non era stato avvertito che tale condizione sarebbe rimasta dopo l'interruzione degli antidepressivi. Mi sono stati consigliati antidepressivi da un medico – gli ho chiesto del rischio di PSSD (se può avere effetto anche sulle donne) - mi ha detto che quelle persone che raccontavano quelle storie online se lo stavano inventando!"
  • "Assolutamente encomiabile. Ero abituato da arrivare all'orgasmo facilmente durante un rapporto sessuale. Sono stato su SSRI per alcuni mesi nel 1997 e non sono più venuto una volta da quel momento. Quando sono uscito (nessun gioco di parole) è tornata una certa sensibilità, ma è ancora dieci volte più difficile arrivare all'orgasmo di quanto non sia mai stato. Sono sicuro che questo è un effetto collaterale massivamente sottovalutato perché è imbarazzante parlare con il tuo medico di famiglia ".
  • "Sono maschio e ho preso gli SSRI 20 anni fa. Mi ci è voluto molto tempo per riprendermi dagli effetti collaterali sulla sfera sessuale; cosi tanto tempo da non ricordare come ero prima. Mi è rimasta la fastidiosa sensazione di essere rimasto con una perdita residua".
  • "... Ho passato mesi a combattere i sintomi dell'astinenza (che i medici dicono non esistano) per dismettere i farmaci SSRI. Ma alla fine ci sono riuscito, la funzione sessuale è andata peggiorando nel tempo, nel senso che voglio ancora fare sesso, ma semplicemente non ce la faccio in nessuna circostanza. Ho dismesso i farmaci un anno fa e il problema persiste fino ad oggi senza alcun segno di miglioramento - ora sembra permanente!"
  • "Ciao. Esperienza simile. Perso ogni interesse per circa dieci anni e non ho mai pensato che avrei mai potuto godermelo di nuovo. Fortunatamente, ho un compagno paziente e gentile che è stato con me per vent'anni. Abbiamo appena sperimentato fino a quando abbiamo trovato ciò che ha funzionato per noi. Molto, molto, molto lentamente, ho ricominciato a provare sensazioni. Non proprio come me lo ricordo nei miei primi anni '20, ma lascia entrambi soddisfatti ... ora 39 e con una vita sessuale pienamente attiva (finalmente!) ... Ho anche rifiutato di prendere antidepressivi dall'età di 25 anni. A volte è difficile ma sono riuscita a sviluppare meccanismi di coping per farmi superare il peggio."
  • "Grazie alla scrittrice per aver parlato di questa orribile condizione. Ho anch'io sofferto di questo dopo che mi è stato prescritto Prozac all'età di 17 anni. I miei genitali sono rimasti intorpiditi da allora anche se ho interrotto il farmaco cinque anni fa."
  • "Per me, hanno creduto al sintomo ma non credevano che potesse essere un sintomo permanente dopo aver fermato i farmaci. Ho anche sofferto per anni e purtroppo sono assolutamente certo che questo non sia psicologico o un problema di ansia. È un'assoluta mancanza fisica di sessualità o piacere sessuale. È iniziato subito dopo che ho iniziato a prendere antidepressivi: ingenuamente non sapevo nemmeno che fosse un effetto."
  • "Anch'io ho avuto questo orribile effetto collaterale dopo aver preso Antidepressivi qualche anno fa. Ha influenzato tutti gli aspetti della mia sessualità - non ho alcun desiderio fisico, non posso provare alcun piacere sessuale - in termini sessuali mi sento come se fossi completamente morto".
  • "La mancanza di libido, sensazione, desiderio, piacere post-SSRI (non solo nel sesso ma nella musica, qualsiasi cosa) è assolutamente un risultato possibile. Può essere permanente. È reale (per quelli di voi che non l'hanno provato e cercano di spiegarlo) è come un arto amputato. Ho preso un SSRI nel 1994, solo per quattro mesi. Ho sofferto di questa mancanza di gioia, emozione e sensazioni sessuali da allora."

US NEWS


Il 28 giugno 2018, il sito Web di US News and World Report ha pubblicato un articolo sulla salute intitolato "Hai effetti collaterali sessuali da antidepressivi che hai smesso di prendere?"  È stato scritto da Michael O. Schroeder e si è concentrato sulle recenti pubblicazioni di RxISK sull'International Journal di rischio e sicurezza in medicina.

Ci sono citazioni dal dott. Audrey Bahrick, uno degli autori originali sottoposti a revisione tra pari, e dal professor Dee Mangin, chief medical officer di RxISK.

C'è stato anche un contributo interessante della dott.ssa Eliza Menninger. L'articolo afferma:
“Dr. Eliza Menninger, che dirige un programma di salute comportamentale presso il McLean Hospital di Boston, afferma di non aver sentito parlare di pazienti che esprimono serie preoccupazioni riguardo agli effetti sessuali dopo aver interrotto il trattamento. Per la maggior parte, gli effetti collaterali sessuali sembrano scomparire dopo che i pazienti interrompono l'assunzione del farmaco, dice Menninger."
Nota i termini "per la maggior parte" e "sembra andare via". L'articolo prosegue citando direttamente la dott.ssa Menninger, che afferma:
"Alcuni indicheranno che è ancora un problema, ma non sembrano disturbati da esso - e non so se è un problema tanto grave quanto quando erano sullo SSRI."
Questo sembra collegarsi a quello che alcuni di noi di RxISK e di altri hanno affermato a lungo. Mentre alcuni pazienti affetti da PSSD presentano una forma grave della condizione, è probabile che ve ne siano altri - forse anche una percentuale più ampia di pazienti - con sintomi meno gravi che non si rendono conto di essere affetti o che non li attribuiscono a un farmaco che non stanno più prendendo, o non si preoccupano del problema a causa della perdita di libido che li accompagna. Abbiamo esaminato questi problemi nel nostro post del blog 2016: Quanto è comune la PSSD?

Lyon Capitale


Lyon Capitale è una rivista francese che copre una vasta gamma di argomenti, tra cui la salute. Il 28 giugno 2018, ha pubblicato un articolo intitolato "Un antidépresseur peut-il détruire votre vie sexuelle?" Che si traduce come "Può un antidepressivo distruggere la tua vita sessuale?"

Discute l'argomento degli effetti collaterali sessuali persistenti dopo l'uso di antidepressivi, compreso il disturbo dell'eccitazione genitale persistente (PGAD). Sono menzionate le recenti pubblicazioni della rivista RxISK e c'è anche un contributo del professor Healy.

Al momento, l'articolo è dietro un paywall e non siamo sicuri se, o quando, sarà reso disponibile gratuitamente.

Si spera che questi articoli portino la conoscenza di PSSD e PGAD a un pubblico più ampio. Siamo grati all'autore anonimo dell'articolo di The Guardian e a Michael Schroeder e Ariane Denoyel per aver contribuito a sensibilizzare su queste condizioni potenzialmente in grado di cambiare la vita.


Fonte: https://rxisk.org/pssd-in-the-guardian-u-s-news-lyon-capitale/