Translate

8 luglio 2014

19 casi di PSSD dal Centro di Farmacovigilanza Olandese Lareb


26-10-2012, Netherlands Pharmacovigilance Centre Lareb


SSRIs e disfunzioni sessuali persistenti


Introduzione

Gli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRIs) sono indicati per il trattamento del disturbo depressivo maggiore, disturbo di ansia sociale, disturbo ossessivo compulsivo, disturbo di panico, disturbo di ansia generalizzato, e disturbo da stress post-traumatico. [1-7]
Gli SSRIs disponibili sul mercato olandese sono citalopram (Cipram), escitalopram (Lexapro), fluoxetina (Prozac), fluvoxamina (Fevarin), paroxetina (Seroxat), e sertralina (Zoloft). Venlafaxina (Efexor) in un dosaggio inferiore a 150 mg è anche considerato uno SSRI [8].

La disfunzione sessuale è un conosciuto effetto collaterale del trattamento con SSRI. Gli SSRIs sono associati con diminuzione della libido, disfunzione erettile, disturbi eiaculatori, ritardo dell'orgasmo e anorgasmia [1-7]. Queste disfunzioni durano generalmente fino a ché il medicinale viene assunto e si pensa generalmente che questi effetti si risolveranno una volta sospeso il trattamento. Però, c'è un'evidenza emergente che in alcuni individui la disfunzione sessuale è persistente dopo la cessazione degli SSRIs.


Rapporti

Il 22 Febbraio 2012, il database del Centro di Farmacovigilanza dei Paesi Bassi (Netherlands Pharmacovigilance Centre Lareb) contava 19 rapporti di disfunzione sessuale persistente in pazienti che hanno usato SSRIs nel passato.

Molti casi erano riportati dai consumatori (n=15). Gli altri rapporti erano da medici generici, un farmacista e una compagnia farmaceutica. I rapporti erano ricevuti per vari SSRIs: paroxetina (n=5), sertralina (n=4), venlafaxina (n=4), citalopram (n=4), fluoxetina (n=2) e escitalopram (n=1).

Le reazioni avverse ai farmaci riportate erano eiaculazione ritardata (n=2), disturbo eiaculatorio (n=2), diminuzione della libido (n=5), impotenza (n=1), disfunzione sessuale NOS (ossido nitrico sintetasi), disfunzione erettile (n=3) e disturbo dell'orgasmo femminile (n=1). Tredici rapporti riguardavano maschi e sei rapporti femmine. L'età media era 30 anni e oscillava dai 20 ai 59 anni.

I periodi di latenza variavano da giorni a anni, però nella maggior parte dei casi i pazienti sperimentavano disfunzioni sessuali dopo giorni di uso di SSRIs. La durata del trattamento con SSRIs era da pochi mesi a due anni nella maggior parte dei casi (9 giorni-10 anni). Gli SSRIs erano ritirati in tutti i pazienti. Il tempo dopo la sospensione dello SSRI e con persistenza delle disfunzioni sessuali variavano da due mesi a due anni.

Nella maggior parte dei casi non erano riportate medicazioni concomitanti (n=16). Nei rimanenti casi (n=3) la co-medicazione riportata consisteva di zolpidem, oxazepam, lorazepam, sildenafil e levotiroxina. Il paziente che usava sildenafil (per oltre cinque anni) riportava problemi di eiaculazione ritardata giorni dopo l'inizio di sertralina.


Altre fonti di informazione

Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto (RCP)
Summary of Product Characteristics (SmPC)


Il RCP olandese dei vari SSRIs menziona la disfunzione sessuale (perdita della libido, disfunzione erettile, disturbo eiaculatorio, orgasmo anormale e anorgasmia). I vari RCP olandesi non fanno accenno alla possibile natura persistente di queste disfunzioni sessuali dopo la cessazione del farmaco [1-7].

Il RCP americano della fluoxetina menzione che i sintomi delle disfunzioni sessuali occasionalmente persistono dopo la sospensione del trattamento con fluoxetina [9]. Gli RCP americani degli altri SSRIs non menzionano la natura persistente delle disfunzioni sessuali [10-15].

Letteratura
In uno studio osservazionale per valutare se le "vacanze dal farmaco" miglioravano la funzionalità sessuale nei pazienti che avevano recuperato dalla depressione con disfunzioni sessuali indotte da SSRI (n=30) è stato mostrato che la fluoxetina era il solo SSRI per cui il miglioramento della funzionalità sessuale non occorreva dopo la breve cessazione della somministrazione [16].

Csoka [17] descrive tre casi di disfunzione sessuale persistente dopo la sospensione di SSRIs. Un uomo di 29 anni con disfunzione erettile apparentemente permanente dopo aver preso fluoxetina 20 mg una volta al giorno per un periodo di 4 mesi, un uomo di 44 anni con perdita della libido persistente, anestesia genitale e disfunzione erettile dopo l'assunzione di 20 mg di citalopram una volta al giorno per 18 mesi e un uomo di 28 anni con perdita della libido persistente e anestesia genitale dopo aver preso parecchi SSRIs differenti in un periodo di 2 anni. Nessun sintomo psicologico relativo alla sessualità era stato trovato in alcuno dei tre casi e tutte le comuni cause delle disfunzioni sessuali come la diminuzione di testosterone, l' aumento della prolattina o il diabete erano escluse.

Csoka e Shipko [18] descrivono anche altri tre casi di disfunzione sessuale persistente duratura dopo la sospensione di SSRI. Un uomo di 24 anni con ridotta libido e grave insensibilità genitale dopo due anni di uso di citalopram a 20 mg una volta al giorno, una donna di 27 anni che ha usato 20 mg di fluoxetina una volta al giorno sperimentava una totale perdita di libido e un uomo di 30 anni che sperimentava una severa discesa nel desiderio sessuale, disfunzione erettile e intorpidimento genitale dopo l'uso di 50 mg di sertralina una volta al giorno.

Kaufmann e Murdock [19] descrivono una donna di 32 anni con depressione maggiore che era stata trattata con citalopram ma passata a nefazodone dopo quattro settimane di terapia a causa di anestesia genitale e disfunzione orgasmica. Questi sintomi continuavano durante la terapia con nefazodone ed erano persistiti per oltre un anno dal termine del trattamento antidepressivo. La sua depressione rimane in piena remissione.

Database
Non è possibile fare un resoconto su cause e fattori di rischio (Reporting Odds Ratio) per le disfunzioni sessuali persistenti dal momento che devono essere presi in considerazione i soli casi specifici in cui i pazienti riferiscono di non aver recuperato dopo la sospensione del trattamento.

Dati sulle prescrizioni
Il numero di pazienti assuntori di SSRIs in Olanda tra il 2006 e il 2010.



Meccanismo
Non sono attualmente conosciute le cause della persistenza degli effetti sessuali avversi degli SSRIs dopo la sospensione. La risposta sessuale è complessa e coinvolge neurotrasmettitori dopaminergici, adrenergici, muscarinici, e serotoninergici. Varie ipotesi di meccanismi che includono alterazioni dell'espressione genica epigenetica e endocrina sono state proposte. I numerosi cambiamenti biochimici e neurochimici che occorrono durante l'uso di SSRI motivano la loro reazione sessuale avversa. Questi profili di espressione genica anormale ritornano alla normalità dopo il ritiro del farmaco. Sebbene le densità di recettori e trasportatori e l'espressione genica cerebrale probabilmente di normalizzano nella maggior parte dei pazienti, è possibile che ci siano significanti ritardi in alcuni pazienti. Inoltre, i recettori serotoninergici sono coinvolti nel feedback negativo di regolazione dell'asse ipotalamo-ipofisi-testicolo. Un'elevata serotonina nell'ipotalamo può risultare in una bassa regolazione (down-regulation) di questo asse, creando bassi livelli di testosterone libero. Questi cambiamenti possono non normalizzarsi pienamente in alcuni pazienti [18].


Discussione e conclusione

Si è precedentemente ritenuto che le reazioni sessuali avverse al farmaco sempre si risolvono brevemente dopo la sospensione dello SSRI [19]. L'evidenza emergente, però, suggerisce che in alcuni individui, le disfunzioni sessuali possono persistere indefinitamente.
Lareb ha ricevuto 19 rapporti di disfunzione sessuale persistente dopo l'uso di SSRI.
Sebbene cambiamenti nel desiderio sessuale, prestazione sessuale, e soddisfazione sessuale spesso occorrono come manifestazioni di disturbi psichiatrici, questi rapporti suggeriscono che essi possono anche essere una conseguenza del trattamento con SSRI. I sintomi occorrevano presto dopo l'inizio della medicazione e alcuni pazienti riportavano esplicitamente che problemi relazionali o disturbi della funzionalità sessuale non erano presenti prima dell'inizio dello SSRI. Alcuni pazienti riportavano anche che la depressione rimaneva in piena remissione, ma il disturbo della funzionalità sessuale persisteva.
La funzione erettile è nota diminuire con l'età, ma questi rapporti riguardano maschi con un'età media di 30 anni. Diabete, disagi vascolari e disagi neurologici possono influenzare la funzione erettile [21]. Nei casi riportati alla Lareb nessuna medicazione concomitante era usata che indicasse questi tipi di comorbilità.
C'era un paziente che usava sildenafil da cinque anni ma riportava problemi di eiaculazione ritardata giorni dopo l'inizio di sertralina.
Nella letteratura parecchi rapporti di casi di disfunzione sessuale persistente dopo l'interruzione del trattamento con SSRI sono stati descritti e il RCP americano già menziona che i sintomi delle disfunzioni sessuali occasionalmente persistono dopo la sospensione del trattamento con fluoxetina [9, 17-19].
La natura persistente delle disfunzioni sessuali associate al trattamento con SSRI descritta nella letteratura così come i casi riportati dalla Lareb supportano ulteriore indagine .


Riferimenti:
  1. Dutch SmPC Cipramil®. (version date: 17-1-2012, access date: 22-2-2012) http://db.cbg-meb.nl/IB- teksten/h19593.pdf.
  2. Dutch SmPC Lexapro®. (version date: 16-12-2011, access date: 22-2-2012) http://db.cbg-meb.nl/IB- teksten/h30494.pdf.
  3. Dutch SmPC Prozac®. (version date: 16-12-2011, access date: 22-2-2012) http://db.cbg-meb.nl/IB- teksten/h19429.pdf.
  4. Dutch SmPC Fevarin®. (version date: 1-3-2012, access date: 22-2-2012) http://db.cbg-meb.nl/IB- teksten/h10245.pdf.
  5. Dutch SmPC Seroxat®. (version date: 1-7-2011, access date: 22-2-2012) http://db.cbg-meb.nl/IB- teksten/h14668.pdf.
  6. Dutch SmPC Zoloft®. (version date: 16-12-2011, access date: 22-2-2012) http://db.cbg-meb.nl/IB- teksten/h16292.pdf.
  7. Dutch SmPC Efexor®. (version date: 12-1-2012, access date: 22-2-2012) http://db.cbg-meb.nl/IB- teksten/h20862.pdf.
  8. KNMP database. (version date: 2012, access date: 22-2-2012) http://kennisbank.knmp.nl/index.asp.
  9. US SmPC Prozac®. (version date: 15-6-2011, access date: 22-2-2012) http://www.accessdata.fda.gov/drugsatfda_docs/label/2011/018936s096,021235s018lbl.pdf.
  10. US SmPC Celexa®. (version date: 27-3-2012, access date: 18-4-2012) http://www.accessdata.fda.gov/drugsatfda_docs/label/2012/020822s042,021046s019lbl.pdf.
  11. US SmPC Lexapro®. (version date: 12-5-2011, access date: 22-2-2012) http://www.accessdata.fda.gov/drugsatfda_docs/label/2011/021323s033,021365s024lbl.pdf.
  12. US SmPC Luvox®. (version date: 16-3-2011, access date: 22-2-2012) http://www.accessdata.fda.gov/drugsatfda_docs/label/2011/021519s002lbl.pdf.
  13. US SmPC Paxil®. (version date: 10-4-2012, access date: 20-4-2012) http://www.accessdata.fda.gov/drugsatfda_docs/label/2012/020031s068,20710s032lbl.pdf.
  14. US SmPC Zoloft®. (version date: 19-8-2011, access date: 22-2-2012) http://www.accessdata.fda.gov/drugsatfda_docs/label/2011/019839s072s075s076,020990s033s036s037lbl.pdf.
  15. US SmPC Efexor®. (version date: 6-1-2010, access date: 22-2-2012) http://www.accessdata.fda.gov/drugsatfda_docs/label/2010/020151s056s057lbl.pdf.
  16. College voor Zorgverzekeringen. GIP Databank (http://www.gipdatabank.nl version date:31-01-2012 , access date:22-02-2012)
  17. Erectiele disfunctie. (version date: 2012, access date: 22-2-2012) http://nhg.artsennet.nl/kenniscentrum/k_richtlijnen/k_nhgstandaarden/Samenvattingskaartje- NHGStandaard/M87_svk.htm.

Fonte: http://www.lareb.nl/LarebCorporateWebsite/media/publicaties/KWB_2012_3_SSRI.pdf

3 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da dieci anni che ne soffro e come tutti sbatto contro un muro di gomma perenne.
      Psichiatri negano e andrologi che non sanno.

      Elimina