5 ottobre 2017

Ultime Novità (Aggiornato al 11 giugno 2019)


Nel corso della sessione del PRAC (Pharmacovigilance Risk Assessment Committee) del 3-6 settembre 2018, l'EMA (European Medicines Agency - Agenzia Europea per i Medicinali) ha tenuto una discussione scientifica preliminare sulle Disfunzioni Sessuali post-SSRI/SNRI ed il 26 ottobre 2018 è stato pubblicato il verbale su quelli che saranno i prossimi passi per affrontare il problema.
Data la mole di segnalazioni e la Petizione Cittadina avanzata da David Healy, il tema è stato ritenuto meritevole di ulteriori indagini, attraverso revisioni di letteratura da parte dell'EMA e valutazione sulla fattibilità di uno studio farmacoepidemiologico. Maggiori dettagli a Questo link.

Nel meeting PRAC del 29-31 ottobre 2018, si sono richieste alle case farmaceutiche dei farmaci SSRI e SNRI approfondimenti sulle disfunzioni sessuali persistenti in seguito alla sospensione. Le revisioni da parte delle case farmaceutiche dovranno pervenire all'EMA entro 60 giorni. Maggiori dettagli a Questo link.

Durante il meeting PRAC tenutosi il 13-16 aprile 2019, l'EMA ha discusso in merito alla prossima pubblicazione di una Raccomandazione riguardante il segnale delle disfunzioni sessuali persistenti da SSRI/SNRI. Raccomandazione che viene pubblicata il giorno 11 giugno 2019: tutti i produttori dei farmaci SSRI e SNRI dovranno aggiornare i foglietti informativi entro 2 mesi con la dicitura che a volte le disfunzioni sessuali persistono dopo la sospensione del farmaco. I dettagli a questo link


Consulta la pagina sulla letteratura medica sulla PSSD.
Vedi tutti i questionari di ricerca attualmente in corso.

Antonei Csoka e colleghi stanno indagando da anni gli aspetti genetici ed epigenetici correlati alla PSSD.  In un nuovo studio del 2018 hanno esplorato i geni mutati epigeneticamente dal citalopram, che potrebbero spiegare la persistenza di certi disturbi.


Il professor David Healy, psichiatra e psicofarmacologo nel Regno Unito, si sta impegnando dal 2012 a raccogliere testimonianze di pazienti che riportano disturbi iatrogeni, e ha pubblicato sul suo blog RxISK.org vari approfondimenti sul tema della PSSD, avanzando ipotesi e possibili terapie (vedi gli articoli).

A settembre 2017 RxISK annuncia un Premio in denaro per chi troverà una cura valida alla PSSD, avviando una raccolta fondi a cui chiunque può contribuire con donazioni.
Ipotizza anche, come causa, una possibile neuropatia periferica delle piccole fibre (vedi articoli 1, 2).

Nel 2018 Healy pubblica un nuovo articolo su 300 casi di disfunzione sessuale persistente in seguito all'uso di antidepressivi, finasteride ed isotretinoina, ed una Petizione Cittadina che evidenzia l'urgenza che le istituzioni competenti aggiornino le etichette dei farmaci SSRI e SNRI riguardo il rischio di PSSD.


In Italia il dottor Roberto C. Melcangi, professore di neuroendocrinologia presso l'università di Milano, già impegnato ad indagare tramite studi clinici e sperimentali la Sindrome Post-Finasteride (molto simile alla PSSD come sintomatologia) e riportando importanti evidenze di livelli alterati di neurosteroidi nel liquor (o liquido cerebrospinale) dei pazienti affetti da SPF, inizia a dedicarsi anche allo studio della PSSD (per compilare il questionario contattarlo qui).

Nel 2018, pubblica una review che mette a confronto PSSD e SPF ed avvia, grazie all'importante finanziamento di un ragazzo italiano affetto da PSSD e in seguito ad approvazione ministeriale, uno studio sperimentale su cavie animali, al fine di individuare alterazioni causate dall'assunzione di SSRI.


Fiammetta Cosci (vedi website), medico psichiatra, professore associato in psicologia clinica all'Università di Firenze, è impegnata in attività di ricerca sul fenomeno dell’astinenza da sospensione o riduzione di farmaci antidepressivi. Ideatrice, insieme a G Chouinard, V-A Chouinard e GA Fava,  della Diagnostic clinical Interview for Drug Withdrawal 1 SSRI and SNRI, strumento che permette di effettuare un assessment specifico delle sindromi d’astinenza da sospensione o riduzione di antidepressivi.

Nel 2018 mette a disposizione un questionario per tutti i pazienti con PSSD al fine di contribuire alla conoscenza di questa sindrome.